naturopatia

cell. studio 329.0873.175 

CORSO DI PERCEZIONE DEL CAMPO QUANTICO DI ENERGIA POTENZIALE

“IL LINGUAGGIO FONDAMENTALE DEL CREATO© “


IMGP1059bis.jpg

CORSO  di 1° livello
FIELD REACTIVACTION

L’Universo , come pure l’essere umano, sono costituiti da energie che si manifestano sotto molteplici forme e modalità. La maggior parte delle persone, durante la propria vita, viene a conoscenza dell’energia gravitazionale (il proprio peso), dell’energia elettromagnetica (onde radio, ecc), termica (caldo-freddo), acustica (udito), ottica (vista), vibrazionale (rivelata tramite la pelle), eccetera. Ogni manifestazione di vita è regolata dalle leggi espresse dalle varie energie. L’essere umano concentra solitamente tutta la sua attenzione, e vive esclusivamente esperienze, sulle energie relative ai suoi cinque sensi, rimanendo praticamente incosciente rispetto a tutte le altre forme chiamate ‘forze invisibili’ o ‘energie sottili’ o extrasensoriali e altri detti popolari.
Di fatto, l’essere umano è stato progettato per ricevere, decodificare e usare gran parte delle energie presenti nell’Universo ma la cultura a cui viene educato riguarda solo quelle rivelate dai cinque sensi.  Quindi non conosce la maggior parte delle energie di cui è fatto e che lo circondano ma che, inconsciamente, poiché regolano la sua fisiologia, vanno a determinare la sua vita a sua insaputa.
Questo percorso si propone di rieducare quei sensori che non sono mai stati usati per imparare a decodificare le energie di cui siamo fatti e che ci circondano.
Ogni forma di vita ‘colloquia’ con ogni altra tramite determinate energie.  Alcune energie sono più ancestrali, gerarchicamente più direttive (dirigono, elaborano), e determinano il comportamento di quelle più operative o sensoriali. Questo è il motivo per cui il titolo del corso è ‘Il Linguaggio Fondamentale del Creato’.

Le Leggi della Vita sono già scritte in ogni cosa creata, è la Bibbia più esatta che esista. Conoscere tali leggi significa vivere in accordo all’Armonia del Cosmo. In generale l’essere umano ha cercato di scoprirle con la logica della ragione e ha scritto leggi sue e costruito strumenti di misura, sempre più raffinati, secondo il suo punto di vista. Ma le Leggi non si fanno tradurre dalla razionalità: non resta che “percepirle” tramite lo strumento costruito con le stesse regole, il corpo umano. Non si tratta di percezioni extrasensoriali, basate su tecniche che addestrano la ragione a interpretare comunicazioni particolari; non si tratta di allenare i sensi a vedere, udire, odorare le “energie” che abbiamo attorno; si tratta di accorgersi che la nostra fisiologia ha già tradotto per noi quelle energie perché vive di quelle energie, e le può catalogare per usarle solo quando la mente è allenata a stare in un particolare stato che non si può definire a parole ma lo si può solo provare. E il curioso della cosa è che tale stato lo si raggiunge ad occhi aperti, in mezzo al traffico, mentre si mangia, si legge, si vive. Anzi, una volta installato e mantenuto, è esso che dirige la vita verso la massima espressione che tale parola può significare. Tale stato non ha niente di paranormale anzi è definito nelle prime pagine di un comune corso di fisica: la variazione del campo elettrico per il fenomeno della risonanza magnetica nucleare. Ma raggiungere tale stato significa ribaltare gli schemi che albergano nella nostra mente fino a divenire capaci di percepire in modo completamente oggettivo ogni variazione di campo (manifestazione di vita). Significa l’eliminazione progressiva del giudizio (separazione), per raggiungere uno stato di ascolto cosciente guidato dalle Leggi stesse, non più dalla ragione o da proiezioni mentali anche paranormali ma supportate dalla mente.

L’allievo, per es. di fronte ad un albero, non “pensa” all’albero, bensì viene allenato ad entrare in risonanza di Campo Quantico con l’albero, percependo sulla propria fisiologia le variazioni indotte dal porsi in risonanza, e vivere il “senso” che l’albero gli trasmette, indipendentemente dal pensiero. Per poter conoscere ogni cosa per ciò che è (compreso se stesso), l’allievo deve essere il più “pulito” (cristallino) possibile, altrimenti introduce interpretazioni personali che vanno sotto il nome di cultura: cioè non deve più usare i filtri della mente razionale per “conoscere” il macrocosmo.

 



Dunque conoscere se stesso,  microcosmo, rappresentazione del macrocosmo. Ogni lezione consta di una piccola introduzione teorica e quasi totalmente di esercizi pratico-esperienziali. Il percorso è condotto con continuo controllo da parte dell’insegnante sulla corretta progressione della sensibilità dell’allievo che deve porsi in un determinato assetto vibrazionale ad ogni incontro (deve “porsi” nell’assetto desiderato, non deve “avere capito”) e dovrà essere mantenuta nella vita di tutti i giorni, per acquisire i livelli stabiliti per questo percorso.
Poi gli allievi vengono portati in luoghi significativi (luoghi con particolari energie) in cui possono esercitarsi nella lettura di segnali ambientali di riferimento.
Inoltre, il gruppo di lavoro viene anche condotto presso un sito megalitico dove inizia a riconoscere quali segnali esso emette e come la propria fisiologia si accorda a tali segnali.
Esame finale:  al termine di ogni livello viene effettuato un test finale durante il quale gli allievi dimostrano di sapersi portare nello stato vibrazionale richiesto dagli esercizi e di saper leggere stati informativi elementari.

Al superamento dell'esame, viene rilasciato Attestato di Partecipazione. Il percorso è regolarmente iscritto nell'albo S.I.A.F. e permette l'accreditamento di 50 crediti formativi.

Il percorso consta di 40 ore, suddivise in 10 incontri trisettimanali o mensili di 4 ore ciascuno. Le 40 ore possono anche essere suddivise in 5 incontri trisettimanali o mensili di 8 ore ciascuno.

A cosa serve il percorso nella vita di tutti i giorni?

Alcuni esempi semplici possono farne capire l'importanza:

- quando siamo di fronte al pane da comprare o altro genere alimentare lo valutiamo solo con la vista: l'allievo si allena a ricevere il Campo Quantico del Pane e a valutare se è in accordo col proprio Campo Quantico, in modo tale da ricavare da esso la maggior energia disponibile possibile.

- quando siamo di fronte ad un vestito, ad una casa, ad una auto, a qualsiasi cosa che desideriamo comporare possiamo valutare preventivamente la risonanza Quantica tra i due Campi, il nostro e quello dell'oggetto, e scegliere per l'oggetto migliore per noi;

- stesse valutazioni quando ci troviamo di fronte a persone e situazioni, viaggi e esami, qualsiasi esperienza della viota di tutti i giorni: la valutazione della miglior risonanza di Campo porta a scelte con valori di Coerenza Quantistica più elevati, minor dispendio di Energie e miglior godimento delle esperienze stesse.

A cosa porta il percorso.

L’allievo al termine del primo livello è capace di:

- Percepire qualsiasi variazione attorno a se in qualsiasi luogo e indotta da qualsiasi sorgente (eventi naturali, piante, animali, umani, movimento delle stelle, ecc), senza l'uso dei cinque sensi.
- Decodificare che influsso ha una certa sorgente di vibrazioni sulla sua vita: può riconoscere senza vedere o sentire se un cibo, un oggetto, un luogo, una persona, ecc, apportano benessere o malessere.
- Prendere una decisione su qualsiasi tematica immediatamente
- Organizzare la propria vita secondo il bisogno del proprio Sé superiore, in qualsiasi tematica, dai rapporti affettivi, al proprio lavoro, alla propria casa, alla gestione dei propri sogni, ecc.
- Andare oltre i propri limiti di sempre, riuscendo a permettersi di provare nuove sensazioni e nuovi pensieri
- Gestire la comunicazione sociale in modo più naturale
- Identificare le persone che possono nuocergli da quelle che possono essergli d’aiuto, come le situazioni, ecc.
- Curare il proprio corpo mantenendolo il più possibile sano.

I livelli del corso sono 5.